Home / News / Il Benessere delle Gambe

Il Benessere delle Gambe

25 luglio 2017 scritto da Chiara Sarti

Il Benessere delle Gambe

L’Estate è sinonimo di caldo, mare, sole, vacanze, ma anche di alcune accortezze che dovremmo sempre tener presente, come il benessere delle nostre gambe, che vengono messe a dura prova dalle temperature torride, creando sensazioni di stanchezza, pesantezza e gonfiore.

Tali problematiche, che si evidenziano nella stagione estiva, in realtà hanno origini da comportamenti e fattori fisici squilibrati che mettiamo in atto nell’arco di tutto l’anno e che poi il calore estivo mette in evidenza: poiché sono sintomi creati da una cattiva circolazione.

La cattiva circolazione deriva sia da una predisposizione personale legata a fattori ereditari, ma anche da cattive abitudini che portano ad avere un sangue denso, ricco di tossine, perdita dell’elasticità vasale, ritenzione di liquidi.

I fattori fondamentali che determinano questa situazione, sono 3:

  • Insufficiente apporto di acqua, verdure e frutta crude
  • Stitichezza
  • Posizione statica sia in piedi che a sedere protratta per più di tre ore.

A questa si aggiungono anche pantaloni troppo attillati, la gravidanza, il dover sollevare i pesi, il sovrappeso, stare a gambe incrociate per lungo tempo, la menopausa.

Andiamo a vedere nello specifico i fattori principali che causano problemi circolatori e che possono portare alla formazione di vene varicose:

Dal libro “Il Tuo corpo implora Acqua” del dottor  Fereydoon Batmanghelidj “Essenzialmente, l’acqua che beviamo dovrà infine entrare nelle cellule; infatti l’acqua regola il volume di una cellula dall’interno". Il sale regola la quantità di acqua che è tenuta fuori delle cellule, cioè l’oceano intorno alla cellula. “

Questo significa che quando siamo in uno stato di disidratazione e consumiamo poca verdura e frutta cruda abbiamo carenza sia di liquido intracellulare che di minerali che regolano la vita extracellulare e questo comporta che il corpo inizia a sacrificare alcune sue cellule cedendo il contenuto di liquidi che vengono mandati alle cellule più importanti e così nel macro vale anche per i vasi sanguigni la circolazione periferica viene ad essere sacrificata causando il restringimento dei capillari più periferici e quindi minor apporto di sangue ossigenato per mandarne di più al cuore e al cervello- Da qui la pesantezza e la stanchezza.

Dal libro “Intestino libero” del dottor Bernard Jensen : “La costipazione è un’ostruzione progressiva dell’intestino crasso. Inizia in molti modi. Uno di questi può essere dovuto ad una sovrapposizione di membrane di  muco sulla parete intestinale irritata, la cui estensione può rendere difficile il transito delle feci. ” Il consumo eccessivo di zuccheri e carboidrati raffinati porta all’accumulo di muco nell’intestino, lo “asciuga” rendendo l’ambiente asfittico, questo comporta un rallentamento enorme della motilità e la mancanza, insieme alla carenza di acqua, della produzione di Motilina, un enzima che come dice il nome stesso stimola la peristalsi del tratto gastrointestinale . Inoltre la stitichezza, oltre ad aumentare i problemi cardiaci, aumenta anche il livello sierico del colesterolo, alzandone i livelli nel sangue e predisponendo la persona a malattie coronariche.

La stitichezza crea una congestione di tossine nell’organismo sia a livello degli organi quali il fegato, i reni, la pelle, la linfa, che si ritrovano a dover svolgere un lavoro in più, sia a livello di liquidi, quali sangue e linfa, infatti accade che fin dal livello cellulare si crea una situazione di intossicazione e si assiste ad un rallentamento metabolico e la riparazione e la crescita cellulare saranno ritardate!

Come asseriva il dottor Alexis Carrel,  chirurgo e biologo francese che ha dato un contributo fondamentale al progresso nelle tecniche di sutura dei vasi sanguigni e alla ricerca sui trapianti di organi e tessuti negli inizi del ‘900, “la cellula è immortale”. E’ semplicemente il fluido nella quale galleggia che si degrada. Sostituendo questo fluido ad intervalli regolari, daremo alla cellula ciò che le necessita per nutrirsi e, per quanto ne sappiamo, il pulsare della vita potrà continuare indefinitamente.” Quindi la struttura dei vasi sanguigni è formata da cellule che se ben idratate e remineralizzate manterranno la loro elasticità, tonicità e capacità di far fluire il sangue correttamente, d’altra parte anche il sangue è un tessuto, molto particolare però la conclusione è la stessa.

“BERE POCA ACQUA CREA UN ADDENSAMENTO NEI TESSUTI E NEI FLUIDI CORPOREI”

Infine le posizioni statiche impediscono il pompaggio e il ritorno venoso che si concentrerà alla periferia indebolendo e sfiancando letteralmente con il tempo i vasi sanguigni. Sana abitudine è concedersi ogni giorno una camminata veloce di 30 minuti in modo che il movimento muscolare stimoli la compressione dei vasi sanguigni e linfatici facilitando il ritorno venoso verso il cuore ed eliminando il ristagno di sangue poco ossigenato e linfa alla periferia.

Tutte queste abitudini possono essere supportate in estate anche da piante a tropismo circolatorio, quali l’Ippocastano, il Rusco, il Mirtillo Nero, l’Amamelide, la Centella che rinforzano, proteggono e elasticizzano i vasi .

Andiamo a vederle un po’ più da vicino .

L’Ippocastano ( Aesculus Hippocastanum L.) è la pianta più importante per il drenaggio Venoso, con importanti azioni antinfiammatorie, vasocostrittrici e fluidificanti del sangue in quanto è estremamente efficace contro la stasi e la congestione venosa, si usa anche nei casi di emorroidi.

Il Rusco (Ruscus aculeatus L.), ha un’azione vasocostrittrice sui muscoli lisci delle pareti venose creando un ritorno venoso rapido unito ad un’azione antinfiammatoria e antiedematosa.

Il Mirtillo Nero (Vaccinium Myrtillus L.) agisce più a livello di microcircolo, aumentando la resistenza dei capillari grazie all’azione della vitamina P. Questa sostanza favorisce il rinforzo delle pareti interne dei capillari e dei vasi ed ha un’azione antiaggregante piastrinica.

L’Amamelide (Hamamelis Virginiana L.), ha un’azione astringente e, come il mirtillo, rinforzante dei vasi grazie al suo contenuto di vitamina P.

La Centella (Centella Asiatica L.) favorisce il rinforzo della struttura connettivale periva sale e vasale, rinforza i capillari ed ha azione anticellulite.

 

Ultimi Articoli

  • Naturopatia Per Tutti : Cosa Contiene Il Succo BREUSS ?

    21 giugno 2018 scritto da Erboristeria Alchemilla

    Il Sedano, dal sapore particolare, è una ricca fonte di antiossidanti, Sali minerali, Potassio in primis, ma anche fosforo, magnesio, calcio; e Vitamine: C, K, E e alcune del gruppo B, i quali hanno la capacità di conferire a questo semplice ortaggio proprietà diuretiche, detossificanti, carminative e antinfiammatorie. Il sedano favorisce la riduzione del colesterolo e trigliceridi, riduce il...

    LEGGI TUTTO...
  • Naturopatia Per Tutti : SUCCO BREUSS

    07 giugno 2018 scritto da Erboristeria Alchemilla

    Oggi parliamo di un tipo particolare di succo ideato dal naturopata austriaco Rudolf Breuss. Questo succo è studiato nei minimi particolari utilizzando le verdure a più alto impatto detossificante e rigenerante ed è così costituito: 300 gr di Barbietola 100 gr di carote 100 gr di sedano 30 gr di rafano nero o ravanelli 1 patata grande come un uovo. Quest’ultima non è indispensabile, almeno che il...

    LEGGI TUTTO...
  • Stile Di Vita e Benessere , Il Segreto è Nella Vita Di Tutti i Giorni !!!!!

    23 maggio 2018 scritto da Erboristeria Alchemilla

    La rigenerazione dell’organismo parte da dei semplici principi : 1) Esercizio fisico regolare e mantenimento del corpo in forma 2) Esercizi di respirazione consapevole all’aria aperta e pulita 3) Evitare il fumo e gli ambienti dove l’aria è stagnante 4) Cibarsi di alimenti naturali ricchi di nutrienti quali Vitamine e Sali minerali 5) Evitare di mangiare troppo 6)...

    LEGGI TUTTO...
  • Ecco Le Nostre Ricettine Del Mese !!!!!!

    28 aprile 2018 scritto da Erboristeria Alchemilla

    Con la partecipazione di Chiara Sarti  VEG COOKERS - Scuola di cucina Naturale RICETTE di APRILE CHAPATI di RISO Ingredienti: Farina di riso, Farina di mandorle o anacardi, 2 cucchiai farina di lino, Acqua bollente, Sale marino integrale ˜™Amalgamare tutti gli ingredienti sino ad ottenere una palla di pasta da lasciar riposare per circa un’ora. Porzionare l’impasto e...

    LEGGI TUTTO...

I nostri marchi

X

Prodotto Aggiunto Correttamente nel carrello

Continua gli Acquistivai al carrello

Prodotto Aggiunto Nella Tua Lista dei Desideri

Continua gli AcquistiGuarda la Lista