Spedizioni Vantaggiose

Più spendi, meno paghi
e sopra i 69,90€ la spedizione è gratis!

Campioncini Omaggio

Disponibili per ogni ordine

Home / News / Saggezza dello yoga antico e potenza degli oli essenziali ( Ultima parte )

Saggezza dello yoga antico e potenza degli oli essenziali ( Ultima parte )

21 aprile 2021 scritto da Erboristeria Alchemilla

Saggezza dello yoga antico e potenza degli oli essenziali ( Ultima  parte )

TRATAKA Assumi una postura meditativa con la colonna ben eretta passa una candela sui fumi di un incenso acceso purificandola e caricandola dell'energia di piante e resine naturali, se hai olio di sandalo e patchouli puoi cospargerla di qualche goccia di questi oli, ponila accesa di fronte a te. Fissa la fiamma della candela per 5/10 minuti respirando potentemente dalla bocca tieni lo sguardo immobile sulla fiamma. Se dopo qualche tempo i tuoi occhi prenderanno a lacrimare non preoccuparti, tienili fissi sulla fiamma. Questa pratica che nello yoga è conosciuta con il nome di trataka è utile agli occhi e allo sguardo, potenzia la tua concentrazione e prepara il tuo stato di estasi. Ora chiudi gli occhi e immagina di continuare a vedere la fiamma della candela anche ad occhi chiusi.

KAPALABHATI Kapalabhati è una delle molteplici tecniche che lo yoga ci mette a disposizione per generare energia nel corpo e per aumentare il livello di concentrazione. Non si tratta solo di un un pranayama (una tecnica di controllo del respiro), ma di una vera e propria pratica di purificazione. Seduti in una posizione stabile e confortevole (a gambe incrociate è perfetto, ma anche seduti su una sedia o in piedi va benissimo), con la colonna vertebrale ben eretta, gli occhi chiusi e le mani sulle ginocchia. Procediamo con un’inspirazione diaframmatica lenta e profonda dal naso gonfiando il più possibile l’addome e, mediante una forte contrazione dei muscoli addominali, effettuiamo una serie di espirazioni brevi e forzate, sempre dal naso come se volessimo tirare l’ombelico indietro, verso la colonna vertebrale. Quando abbiamo esaurito l'espirazione e sentiamo una sorta di sottovuoto nella fossetta tra il collo e lo sterno, rimaniamo qualche istante in apnea a polmoni vuoti con lo sguardo fisso al punto tra le sopracciglia. Poi ripartiamo con l'inalazione successiva. Ripetiamo per una decina di volte. La testa e il tronco devono essere tenuti eretti ed i muscoli del viso rilassati. La difficoltà in questa tecnica è eliminare forzatamente l’aria inspirata in soffi rapidi: i muscoli dell’addome devono contrarsi di colpo per permetterci di espellere l’aria mentre il tronco, le spalle e la testa devono rimanere immobili e il più possibile rilassati permettendo alla colonna vertebrale di rimanere sempre lunga ed estesa. Se si avvertono giramenti di testa (molto comuni) meglio fermarsi e tornare a respirare normalmente.

Kapalabhati:

• Ci permette di eliminare una forte quantità di anidride carbonica

• Purifica la regione frontale del cervello permettendo alla mente di riposare e di rivitalizzarsi

• Aiuta ad espellere il muco dai seni frontali del cranio dove si fermano gli allergeni e quindi alleviare i sintomi dell’allergia ai pollini ma anche del raffreddore

• Elimina tossine e scorie dai polmoni, vasi sanguigni, cellule e mucose, purifica l’intero apparato respiratorio e il passaggio nasale

• Con una pratica regolare, migliora anche la funzione del cuore, allevia emicrania, sinusite e mal di testa

• Aumenta la resistenza e la capacità respiratoria dei polmoni

• Risveglia e riattiva il diaframma, aumenta la capacità polmonare e ne mantiene l’elasticità

• Migliora la digestione ed è un potente disintossicante dell’intestino

Ultimi Articoli

  • Saggezza Dello Yoga Antico e Potenza Degli Oli Essenziali ( Ultima Parte )

    21 aprile 2021 scritto da Erboristeria Alchemilla

    TRATAKA Assumi una postura meditativa con la colonna ben eretta passa una candela sui fumi di un incenso acceso purificandola e caricandola dell'energia di piante e resine naturali, se hai olio di sandalo e patchouli puoi cospargerla di qualche goccia di questi oli, ponila accesa di fronte a te. Fissa la fiamma della candela per 5/10 minuti respirando potentemente dalla bocca tieni lo sguardo...

    LEGGI TUTTO...
  • Saggezza Dello Yoga Antico e Potenza Degli Oli Essenziali (Seconda Parte )

    12 aprile 2021 scritto da Erboristeria Alchemilla

    Continuiamo con la seconda parte dell'articolo e impariamo due nuovi riti purificanti. Ho adattato queste pratiche antiche all'utilizzo degli oli essenziali per facilitarvi ad introdurle nella vostra routine quotidiana. Se volete sperimentarle nella loro completezza vi consiglio di affidarvi ad un buon operatore ayurvedico.     NASYA   Il Nasya è un vero e...

    LEGGI TUTTO...
  • Saggezza Dello Yoga Antico e Potenza Degli Oli Essenziali (Prima Parte )

    06 aprile 2021 scritto da Lorenza Bolgiana

    Saggezza dello yoga antico e potenza degli oli essenziali:  “I SEI RITI RIGENERANTI” Già nell'antichità, in India, gli yogin e le yogini (uomini e donne che dedicano la loro esistenza alla pratica dello Yoga) hanno sempre considerato il corpo come il tempio dello Spirito e della coscienza ecome tale lo hanno mantenuto sano e libero dalle impurità. Anche noi possiamo onorare il nostro...

    LEGGI TUTTO...
  • La Parola d' Ordine In Questo Momento e' ADATTABILITA'

    31 marzo 2021 scritto da Erboristeria Alchemilla

    La parola d' ordine  in questo momento è l’ADATTABILITA’. Viviamo in un momento storico-sociale carico di incertezze, cambiamenti, instabilità e tutto questo crea moltecipli stati d’animo disarmonici, paura, sfiducia, tristezza, sovraccarico di pensieri negativi, stanchezza, nervosismo, ecc. Questi stati d’animo passeggeri o duraturi creano in tutto il nostro essere delle ripercussioni,...

    LEGGI TUTTO...

I nostri marchi

X

Prodotto Aggiunto Correttamente nel carrello

Continua gli Acquistivai al carrello

Prodotto Aggiunto Nella Tua Lista dei Desideri

Continua gli AcquistiGuarda la Lista